Excite

Fibra ottica, il futuro è nelle mani dei Comuni

  • http://photo.infophoto.it/

Il nome "Alfredo Bregni" a più potrà dire poco. Eppure, se la sua ultima proposta dovesse andare in porta, sarà ricordato come l'uomo che ha risolto il problema del digital divide in Italia. Il Bel Paese è notoriamente afflitto dalla strutturale carenza di una rete in banda larga per le connessioni veloci ad internet.

Nel migliori dei casi ci si affida all'adsl, che però ha due difetti; è già intasata e nonostante le sue prestazioni non siano iin linea con gli standard moderni, non è nemmeno diffusa su tutto il territorio nazionale.

Per soppiantare l'adsl in molti pensano alla velocità e la robustazza della fibra ottica. Sarebbe la soluzione ideale, ma purtroppo ad oggi le trasmissioni digitale tramite "luce" rappresentano una realtà ancora più a macchia di leopardo rispetto all'adsl. Trovare piccole città con la fibra ottica è un'impresa, ed in gradi colossi delle telecomunicazioni non vogliono spenderci nemmeno un euro perchè comunque continuano a fare introiti dalla vecchia adsl.

Come fare dunque per garantire all'Italia quella banda larga necessaria allo sviluppo non solo in ambito domestico ma anche industriale e nella formazione? L'idea di Alfredo Bregni è quella di istituire isole in fibra ottica completamente gestite dai Comuni.

In pratica ogni piccolo centro dovrebbe provvedere da se all'impianto della fibra, l'allaccio e la sua manutenzione. Alla fine si avrebbe una rete di reti, i cui costi verrebbero sostenuti dal risparmio sulla bolletta Telecom. Il vecchio operatore unico, non sarebbe più indispensabile con il suo famoso "ultimo miglio" su doppino di rame.

L'idea di Bregni è interessante perchè rappresenta una forma di federalismo delle telecomunicazioni; se i suoi calcoli sui costi appaiono credibili, quello che manca è il focus sulle interconnessioni. E' pensabile e facile realizzare fibre ottiche comunali, il difficile è metterle le une in contatto con le altre attraverso una struttura centrale unica che tutt'ora manca.

adsl.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016