Excite

Business internet

Attraverso la rete internet abbiamo infinite possibilità di aprire un mercato che a livello locale potrebbe essere già saturo. Il business attraverso internet ha sorpassato la sua fase pioneristica e la concorrenza tra i big di questo speciale settore è già agguerrita da tempo. Ecco alcuni brevi esempi di questi tipi di mercato.

Da eBay alla promozione faidaté

eBay è il mercato online per eccellenza, nato nel 1995 con i primi successi del web, è stata la prima occasione per tutti di fare Business attraverso internet. Negli anni si sono affinati i metodi dello stesso marketplace e le belle, o brutte, copie del modello eBay, replicato in diversi modi e per molteplici categorie.

Oltre alle aste online, i negozi sul web che necessitano di partita iva e le modalità "compralo subito", sistemi come eBay permettono la vendita dei prodotti artigianali e locali, favorendo uno scambio tra culture lontane e microeconomie. Il sistema di pagamento più sicuro per eBay è PayPal, un conto virtuale online dal quale possiamo versare denaro (senza spese aggiuntive) su una ricaricabile della stessa società, oppure con una percentuale sulle transazioni su una Postepay o una ricaricabile Visa.

Ricordiamo che da eBay sono sorti molti modelli simili di marketplace, ma molti altri protagonisti del business online si sono ingegnati, anche senza l'ausilio di un webmaster, attraverso Blogger di Google, un contenitore web personalizzabile, semplicissimo e gratuito, che ci permette di promuovere i nostri prodotti con pagine fisse e un blog aggiornabile, anche se il servizio in sé è nato per la creazione di blog generici.

L'aiuto di Facebook

Un altro modo di fare business con internet, in maniera più capillare, è attraverso Facebook. Un buon successo è condizionato da un moderato e saggio utilizzo di questo recente strumento; si inizia dal cliccare "crea una pagina" nella striscia in basso, nel momento della registrazione. Successivamente avremo una serie di riquadri, che ci permetteranno di aprire la "porta" della nostra attività alla community di Facebook.Possiamo scegliere tra:

  1. Impresa locale o luogo
  2. Azienda, organizzazione o istituzione
  3. Marchio o prodotto
  4. Artista o personaggio pubblico
  5. Intrattenimento
  6. Causa o comunità

Siamo sicuramente certi di cosa facciamo e cosa vogliamo offrire. Avremo un pò di imbarazzo se tra queste varianti ci possano essere due o tre punti in comune, come ad es. un locale che fa intrattenimento, è portatore di valori appartenenti ad una comunità ed è un luogo di ritrovo di quest'ultima. Cosa scegliere tra la opzione 1, 5 o 6? La scelta finale influenzerà il futuro brand della vostra attività e i primi amici (fondamentali per capire il target) che seguiranno la pagina, trovando il modo di differenziarla (proseguendo per la stessa direzione anche nei sottovalori) dalla concorrenza che avrete studiato.

Potrebbe sembrare una banalità, ma spesso le idee che suscitano più curiosità, senza dichiarare apertamente la propria natura, sono le vincenti. Qualora ci accorgessimo di non essere bravi a veicolare un messaggio nella giusta maniera, cercheremo di optare per il metodo classico, aggiungendo semplici note riguardo prezzi e orari dell'azienda e inserendo in maniera chiara generalità, contatti e immagine del responsabile, o di una figura di riferimento che tratterà con il pubblico di Facebook.

Infinite possibilità

Per il business internet ci sarebbero infinite possibilità da scoprire (come Twitter, Friendfeed, Subito, Linkedin) o ancora da inventare. Oggi i nuovi sviluppatori e creativi del web si stanno orientando verso le App per smartphone, o i sistemi di compravendita rapida tramite QRcode. Molte imprese non aggiornate hanno difficoltà ad inserirsi in questo nuovo mercato pubblicitario, spesso anche a causa dell'ignoranza e della diffidenza verso questi comodi e preziosi metodi di autopromozione.

adsl.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016