Excite

Banda ultralarga in arrivo in Italia?

  • Infophoto

Durante l'audizione del 9 febbraio alla Commissione Trasporti e Telecomunicazioni della Camera, Franco Bernabè, presidente esecutivo di Telecom Italia, ha modificato ancora una volta lo scenario della banda larga in Italia, parlando dell'obiettivo di portare un servizio adsl ad almeno 50 Mbit al secondo per il 25% della popolazione italiana, dislocata in 99 città, entro il 2014.

Il presidente Telecom intende portare la fibra alle centrali telefoniche in modo prioritario, e subito dopo occuparsi delle abitazioni finali.

Il tutto sarà possibile grazie alla nuova tecnologia Vectoring su Vdsl2, un’evoluzione dell’Ads, che permette di portare 50 Mbit/secondo su distanze di 800 metri e 100 Mbit/secondo di picco massimo a 400 metri dalla centrale.

Telecom Italia si impegna così a portare l’Adsl da almeno 640 Kbit/secondo al 98% della popolazione entro il 2013. Ma per farlo, Bernabè conta sull'aiuto dello Stato.

Per Bernabè "si presenta in modo sempre più critico il problema della sostenibilità economica degli investimenti da realizzare, da parte di un operatore privato come Telecom Italia, in aree del territorio disagiate e poco densamente popolate e, quindi, caratterizzate da un elevato grado di 'fallimento di mercato".

Per il Presidente di Telecom italia, si potrebbero usare infrastrutture mobili anche per eliminare il digital divide

adsl.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016