Excite

Agenda digitale, Pittella: "Piu' fondi contro il digital divide"

  • http://photo.infophoto.it

Le istituzioni europee si muovono e parlano finalmente di banda larga, e lo fanno per mezzo del proprio vicepresidente Gianni Pittella.

La nuova Agenda Digitale, secondo Pittella, deve prevedere più fondi contro il digital divide, risorse che dovrebbero arrivare da una parte del bilancio europeo destinato alla coesione sociale per il periodo che va dal 2014 al 2020.

L'uscita di Pittella è molto interessante perchè affronta il problema della mancanza di infrastrutture nella banda larga non in termini tecnologici, o almeno non solo, ma in termini sociali.

Secondo il politico, al pari dei fondi che vengono destinati ad attività sociale di altro tipo, le amministrazioni locali, regionali, nazionali ed continentali, devono capire che lasciare interi territori fuori dalla banda larga significa ammettere distanze non solo tecnologiche, ma anche culturali tra i centri cittadini e le perfierie.

Internet infatti non è solo un mezzo di svago per gli utenti, ma è, e lo diventerà di più nei prossimi anni, anche il primo mezzo di accesso alle informazioni nonché uno straordinario strumento di partecipazione.

Se infatti gli altri media riescono, più o meno imparzialmente, a coprire la domanda di informazione, la banda larga è l'unico strumento che favorisce la partecipazione attraverso sondaggi, blog e social network.

Nella sua dichiariazione Pittella ha fatto notare come grazie alla diffusione della rete i vecchi palazzi della politica sono stati costretti ad aprirsi al mondo esterno, e ne sono la prova i recenti fatti che hanno sconvolto tutto il medio oriente, dove dittature nate oltre quaranta anni fa, sono state spazzate grazie ai social networks, che hanno accorciato le distanze tra i cittadini, facendoli discutere e decidere.

Infine, secondo Pittella, tutti i documenti prodotti dalle pubbliche amministrazioni dovrebbero essere completamente accessibili via web attraverso strumenti come Governo Wiki.

Trasparenza, partecipazione e velocità saranno dunque le parole d'ordine della nuova era digitale; ma affinché si possa partire bisognerà prima risolvere il problema del digital divide.

adsl.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016