Excite

Adsl: il test di velocità

L'adsl, cioè l'Asymmetric Digital Subscriber Line è il più diffuso metodo di utilizzare la rete telefonica per ricevere e trasmettere dati digitali, come nel caso d’internet. La caratteristica fondamentale dell'adsl è la velocità, anche più di 100 volte superiore a quella ottenibile dalle linee "dial-up" e dieci volte maggiore dell'ISDN. Qui vedremo quali sono le velocità massime ottenibili teoricamente e come fare a misurare quelle effettive.

Velocità dell'adsl: teoria e realtà

In particolare, l'adsl è il più comune protocollo impiegato per trasferire dati digitali tra la centrale telefonica e l'utilizzatore attraverso il classico doppino telefonico: il cosiddetto "ultimo miglio".

Gli utilizzatori sono tipicamente i privati e le piccole imprese. La parola "Asymmetric" insita nel suo nome già prefigura una certa asimmetria nel funzionamento. Infatti, gli "inventori" dell'adsl hanno considerato il fatto che gli utenti utilizzano internet piu' per ricevere dati che non per trasmetterli. Quindi, per ottimizzare la larghezza di banda disponibile, ne hanno riservato gran parte alla ricezione, e solo una piccola percentuale, circa il 10%, per la trasmissione. Da qui l'asimmetria di cui il nome.

Avremo quindi una velocità di "download" diversa da quella di "upload". Trascurando le "vecchie" classi a 750 kbps e 2 Mbps (bps = bit per secondo), attualmente abbiamo le seguenti 2 classi di velocità:

  • Adsl "7 mega", con download fino a 7 Mbps e di upload fino a 384 kbps.
  • Adsl "20 mega", con velocità di download fino a 20 Mbps e di upload fino a 1 Mbps.

La parola "fino a" utilizzata dai fornitori del servizio fa presagire che tale velocità non sarà mai raggiunta. Ma quanto è l'effettiva velocità della linea che arriva a casa nostra?

La risposta a questa domanda è facilmente ottenibile utilizzando uno dei relativamente numerosi programmi presenti in rete (gratuiti) che consentono questa misura: gli "speed test".

Uno di questi è reperibile al sito ookla.com. Cliccando sul bottone "Begin test" inizia la procedura di misura. Dopo qualche decina di secondi il programma fornisce il risultato sia del download che dell'upload. Un'altra valutazione che viene effettuata è il cosiddetto "ping", cioè il tempo che impiega un "pacchetto" di dati a partire dal proprio PC, raggiungere il server e tornare indietro.

Un altro speed test in rete è su speedtest.net, simile al precedente, ma un po' più scenografico.

Queste misure pero' non sono "certificate", nel senso che se si volesse intentare una causa contro il fornitore del servizio accusandolo di non rispettare le velocità garantite, non si possono portare come prova i risultati di questi test. A questo scopo è stato creato un servizio di misura della velocità dell'adsl "certificato" da parte dell'AGCOM scaricabile dal sito misurainternet.it/nemesys.php previa registrazione.

Valori minimi e tipici di velocita' dell'adsl

I valori minimi garantiti (o che dovrebbero essere garantiti) per l'adsl relativi alla velocità di download sono di 2.1 Mbps per le connessioni a 7 Mbps, e 7.2 Mbps per quelle a 20 Mbps. I valori che si raggiungono normalmente sono tra i 3 e i 5 Mbps nel primo caso e tra i 9 e i 16 Mbps nel secondo caso.

adsl.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016